28 giugno 1944

di Roberto cenati, presidente ANPI provinciale di Milano

La sera del 28 giugno 1944 alle ore 20,30 tre torpedoni pieni di squadristi della Legione Autonoma Ettore Muti provenienti da Milano, giunsero davanti alla trattoria Tripoli, a Sesto San Giovanni, frequentato dagli abitanti del villaggio Falck e dai lavoratori della stessa Falck. I clienti della trattoria una sessantina, vennero fatti uscire dal locale, perquisiti e arrestati per essere trasferiti al Comando per essere interrogatori. Luciano Migliorini, operaio della Falck Unione, militante del PCI clandestino dagli anni Trenta, già arrestato e incarcerato per gli scioperi del marzo 1943 e Pantaleo De Candia operaio antifascista della Breda, furono brutalmente interrogati e alle 21,30 vennero fucilati e i cadaveri abbandonati sul selciato davanti al “Tripoli”. Dopo la fucilazione dei due operai sestesi, la Muti saccheggiava il locale e l’abitazione della proprietaria. Anche le abitazioni di Migliorini e De Candia venivano perquisite. Gli squadristi, come al solito, rubarono danaro, alimentari, sigarette e una radio. A Luciano Migliorini venne intitolata la 184° Brigata Garibaldi SAP che aveva base operativa negli stabilimenti Falck. La Brigata, sorta sulla base dei preesistenti gruppi gappisti, si articolò in 7 distaccamenti che al momento della Liberazione comprendevano complessivamente 335 uomini.

Precedente Storie e microstorie della Resistenza - ANPI Milano Successivo 19 luglio 1992