Bandiera sabauda a Milano

di Roberto Cenati, Presidente ANPI provinciale di Milano

In uno stabile in zona Fiera è esposto da qualche giorno un tricolore recante lo stemma sabaudo.L’iniziativa costituisce uno sfregio alle istituzioni repubblicane e alla nostra Carta Costituzionale.Gravissime furono  le  responsabilità del re Vittorio Emanuele III, fautore dell’ascesa di Mussolini al potere, firmatario delle famigerate leggi antiebraiche del 1938 emanate dal regime fascista e favorevole all’entrata in guerra dell’Italia a fianco della Germania nazista.Ricordiamo agli autori di questo ignobile gesto che la Costituzione repubblicana all’art.139 recita: “La forma repubblicana non può essere oggetto di revisione costituzionale.”Chiediamo alle pubbliche autorità di intervenire tempestivamente per rimuovere il vessillo che offende profondamente tutti noi e si contrappone ai principi della Costituzione repubblicana nata dalla Resistenza.

Precedente ANPI NAZIONALE: 25 aprile 2020 Successivo La liberazione di Mauthasen