Cerimonia al Famedio del Monumentale a ricordo di Giovanni Pesce

di Roberto Cenati, presidente ANPI provinciale di Milano

Questa mattina si è svolta al Famedio del Cimitero Monumentale una cerimonia organizzata dall’Anpi Provinciale di Milano, con la partecipazione di Davide, nipote di Giovanni Pesce, per ricordare il comandante Visone a 13 anni dalla sua scomparsa.

In un intervento pronunciato a Milano, in Consiglio Comunale, il 25 luglio 1963, Pesce fece una affermazione di straordinaria attualità: “Certamente l’Italia avrebbe camminato molto di più, e molto più speditamente, se i valori della Resistenza avessero potuto entrare, come era necessario, nel tessuto connettivo della nazione: nelle famiglie, nelle scuole, nelle istituzioni dello Stato. Purtroppo, dobbiamo ripetere, ciò non è avvenuto che in misura molto limitata. La Resistenza non è ancora riuscita ad entrare diffusamente nelle scuole, nelle aule dove si amministra la giustizia, e in tutte le istituzioni dove avrebbe sicuramente portato una ventata di radicale rinnovamento.” 

Precedente Distrutta a Milano l'installazione simbolo dei femminicidi Successivo Perché voteremo NO